Il tuo lascito | Un gesto che vive per sempre

FAQ


Come si redige un testamento olografo?

Il testamento deve essere scritto interamente a mano, in modo semplice e chiaro, e deve essere datato (indicando giorno, mese, anno) e sottoscritto dal testatore.

Esempio di testamento olografo



Perché fare testamento se i miei familiari ereditano tutto?

Senza un testamento, non si ha la certezza che i propri beni siano destinati per intero ai familiari. Altri parenti possono averne diritto e procedere legalmente. Esistono, infatti, quote di successione legittima, determinate dalla parentela, che vanno rispettate. Facendo testamento si ha la possibilità, nel rispetto dei limiti previsti dalla legge, di decidere la ripartizione dei beni, prevenendo eventuali liti tra eredi.

Schema quote legittime



Io non possiedo un grande patrimonio: ha quindi senso fare testamento?

Sì, perché fare testamento non è un privilegio di pochi, ma un gesto responsabile alla portata di tutti. Anche una piccola somma di denaro o un singolo bene sono comunque molto preziosi perché contribuiscono a sostenere le attività quotidiane a favore di bambini, adulti e anziani sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.



Fare un lascito alla Lega del Filo d’Oro può danneggiare i miei eredi?

No, beneficiare la Lega del Filo d’Oro con un lascito non danneggia gli eredi poiché essi, per legge, hanno diritto a una quota dell’eredità - che varia a seconda del numero e del grado di parentela degli aventi diritto - anche indipendentemente dalla volontà del testatore. Al contrario, molto spesso i familiari condividono questa scelta, nella quale riconoscono un gesto di nobiltà e valore.



Cosa succede se non faccio testamento?

In assenza di testamento, i beni vengono suddivisi tra gli eredi legittimi ovvero: il coniuge, i figli, i fratelli (solo se mancano i figli), gli ascendenti (solo se mancano i figli) o altri parenti entro il 6° grado (in mancanza di parenti più vicini). In assenza di questi, l’intero patrimonio passa allo Stato.



Posso fare testamento insieme al mio coniuge?

No, perché il testamento è personale e ciascun coniuge deve redigere un proprio documento, scegliendo la forma che ritiene più opportuna.



Posso fare testamento e disporre solo di alcuni beni?

Sì, è possibile fare un testamento dando disposizioni solo di una parte dei propri beni. In questo caso, i beni citati vengono destinati come indicato dal testatore (sempre che non via sia una lesione della legittima, ovvero che la quota riservata ai legittimari venga rispettata), mentre la parte restante andrà agli eredi come previsto dal codice civile.



Cosa posso lasciare?

Sono diversi i beni che è possibile lasciare in eredità:
  • beni mobili: quadri, gioielli, fondi di investimento;
  • beni immobili: appartamenti, terreni, locali commerciali;
  • denaro;
  • polizze assicurative (che non rientrano nel patrimonio ereditario e possono quindi essere destinate liberamente).
I beni immobili lasciti in eredità che non sono funzionali all’attività della Lega del Filo d’Oro, solitamente vengono venduti e il ricavato destinato interamente al sostengo delle attività a favore delle persone sordocieche.

Posso lasciare qualcosa già da adesso?

Certamente: per maggiori informazioni, può visitare la nostra sezione dedicata all'eredità in vita.


Chi può fare testamento?

Ogni persona può disporre dei propri beni per testamento, fatto salvo di coloro che sono incapaci di intendere e di volere, dei minori e degli interdetti per infermità mentale.



E’ obbligatorio rivolgersi da un notaio per fare testamento?

No, se si sceglie di redigere il testamento olografo, non è indispensabile rivolgersi ad un notaio, ma è importante compilarlo secondo le regole previste dalla legge e conservarlo in un luogo sicuro oppure consegnarlo ad una persona di fiducia.
Per evitare che venga smarrito, è comunque consigliabile depositarne una copia presso uno studio notarilee, in situazioni particolarmente complesse o dubbie, è preferibile avvalersi della consulenza di un professionista.



In quali circostanze il testamento è considerato nullo?

Il testamento olografo è dichiarato nulloquando manca la firma, oppure la data oppure quando non è interamente scritto di pugno del testatore. Quando reca disposizioni a favore di soggetti indicati in modo generico, e non sia possibile l’identificazione, oppure quando riporta disposizioni illecite.



Lasciti ed eredità a favore della Lega del Filo d’Oro sono gravati da imposte?

No. In base al D. Lgs. n. 460 del 4/12/1997 ciò che viene lasciato in eredità alla Lega del Filo d’Oro non è gravato da alcuna tassa di successione, pertanto l’intero ammontare del lascito viene destinato al sostegno delle attività a favore delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.



Cosa devo fare se voglio inserire la Lega del Filo d’Oro tra i beneficiari del mio testamento?

Innanzitutto è importante riportare nel testamento la corretta denominazione dell’Ente, ovvero: Lega del Filo d’Oro Onlus.
Inoltre, è consigliabile prendere contatti con l’Ufficio Lasciti dell’Associazione per segnalarne l’inserimento tra i beneficiari del testamento.
È importante ricordare che il testamento è revocabile e modificabile in qualsiasi momento.

Per ulteriori informazioni, si prega di compilare l’apposito form oppure di contattare l'Ufficio Lasciti – tel. 071 7231763.
Se vuoi saperne di piú
Lasciaci i tuoi dati:
Nome:
Cognome:
E-mail:
Telefono:
Desidero ricevere materiale informativo
Desidero essere contattato dal Responsabile Lasciti della Lega del Filo d‘Oro
 Scarica l'Opuscolo Lasciti
Privacy