Il tuo lascito | Un gesto che vive per sempre

LEGA DEL FILO D'ORO

Un filo prezioso che unisce il sordocieco con il mondo esterno.


Con il testamento solidale o lascito la Lega del Filo d‘Oro è in grado di garantire  assistenza a tante persone sordocieche

"Assistere, educare, riabilitare e reinserire nella famiglia e nella società le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali”.

Articolo 2 Statuto Lega del Filo d’Oro



Non poter vedere, sentire, parlare sono le premesse per uno stato di isolamento assoluto. Eppure, grazie a un percorso riabilitativo e a trattamenti personalizzati, anche per chi è sordocieco esiste lo spazio per entrare in rapporto con gli altri e superare la barriera di incomunicabilità. Questo è l’impegno della Lega del Filo d’Oro, che da quasi cinquant’anni aiuta le persone sordocieche e affette da altre gravi disabilità fisiche e psichiche a uscire dal buio e dal silenzio. Con 5 Centri residenziali a Osimo (AN), Lesmo (MB), Modena (MO), Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) e le tre sedi territoriali a Padova, Roma e Napoli, la Lega del Filo d’Oro è diventata un punto di riferimento fondamentale per tanti bambini, giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.
La Lega del Filo d’Oro porta avanti la propria missione grazie soprattutto alle donazioni e ai lasciti testamentari.


Come perseguiamo la nostra missione

La Lega del Filo d’Oro persegue la propria missione attraverso:
  • la creazione di apposite strutture;
  • la formazione di operatori qualificati;
  • attività di ricerca e sperimentazione nel campo della sordocecità e della pluriminorazione psicosensoriale;
  • partnership con enti, istituti, università italiane e straniere;
  • sensibilizzazione degli organismi competenti e dell’opinione pubblica per la prevenzione di queste forme di disabilità.

Lo staff del Centro Diagnostico di Osimo effettua un’approfondita analisi delle abilità residue e delle cause principali di sordocecità e pluriminorazioni psicosensoriali per poi elaborare un programma riabilitativo personalizzato da effettuarsi in famiglia o presso un Centro di riabilitazione, dove sono a disposizione psicologi, pedagogisti e operatori educativo-riabilitativi. Ogni ospite è assistito quotidianamente da uno o due operatori con preparazione altamente qualificata. Il fine della riabilitazione è di reinserire le persone sordocieche nella società e nell’ambiente da cui provengono, compatibilmente con le loro specifiche minorazioni.
Se vuoi saperne di piú
Lasciaci i tuoi dati:
Nome:
Cognome:
E-mail:
Telefono:
Desidero ricevere materiale informativo
Desidero essere contattato dal Responsabile Lasciti della Lega del Filo d‘Oro
 Scarica l'Opuscolo Lasciti
Privacy